Com. 216 . Casi positivi in classe (studenti)

da | Gen 10, 2022 | Emergenza sanitaria COVID-19, News, Studenti e Genitori | 0 commenti

Gentili genitori, cari studenti,
Le normative relative alla gestione della pandemia sono in continua evoluzione; qui di seguito riassumo le diverse situazioni che si possono verificare e i conseguenti comportamenti da attuare.

⦁ Se uno degli studenti della classe risulta positivo al CoViD-19 si applica a tutti gli studenti della classe l’autosorveglianza, come spiegato più sotto. Lo studente positivo può frequentare in DaD se si sente bene. Gli altri studenti frequentano in presenza con l’autosorveglianza.
⦁ Se due studenti della classe risultano positivi, gli studenti vaccinati o guariti da meno di centoventi giorni oppure che hanno effettuato la dose di richiamo frequentano in presenza, applicando l’autosorveglianza, mentre gli altri si collocano in didattica a distanza. Questa disposizione normativa implica che gli studenti che frequentano in presenza, nel solo caso in oggetto, devono presentare il c.d. “green pass rafforzato”. Dovete dunque attivarvi e far controllare, quando entrate a scuola, il “green pass” dal collaboratore scolastico che sta alla porta con il tablet. In caso di problemi relativi all’accertamento si richiede l’intervento del dirigente o suo delegato, rimanendo in attesa sulla porta. Tale procedura dura per dieci giorni; in tale periodo gli altri studenti frequentano in DaD e risultano presenti a distanza.
⦁ Se più di due studenti della stessa classe sono positivi, la didattica a distanza viene applicata a tutta la classe, che rimane a casa.
Nel conto dei positivi si escludono quelli che lo sono diventati durante le ferie natalizie e non si sono ripresentati a scuola.

L’autosorveglianza consiste nel rispettare inderogabilmente le prescrizioni che seguono: bisogna tassativamente indossare mascherine FFP2 – sempre e comunque portate correttamente – fino al decimo giorno successivo alla data dell’ultimo contatto stretto. Se notate sintomi anche lievi dovete subito (alla prima comparsa dei sintomi) effettuare un test antigenico rapido o molecolare; se questo è negativo ma i sintomi continuano occorre effettuare un ulteriore test al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto. In caso di positività la situazione cambia, da contatto a caso positivo. Occorrerà allora rimanere a casa e chiamare il proprio medico o la USL.
In autosorveglianza si può mangiare solo rispettando la distanza di due metri con la persona più vicina. Questo vale anche per la ricreazione effettuata in giardino.
Le prescrizioni in oggetto si applicano ai soli studenti della classe che sono stati presenti con i compagni positivi. Potrà dunque succedere che in aula vi siano sia persone in autosorveglianza che persone non tenute a tale adempimento.
Si ricorda che gli studenti destinatari di provvedimenti di confinamento da parte della USL per contatti avvenuti anche al di fuori del contesto scolastico possono e devono comunque frequentare a distanza, e che l’ingresso ai locali scolastici rimane comunque interdetto in caso di sintomi / febbre superiore a 37,5°C, e a tutti gli esterni non in possesso di certificazione verde. Coloro che devono restare a casa non possono entrare a scuola, in applicazione delle normative anti-pandemia, pena le sanzioni di Legge.

Si rammenta infine che attualmente l’uso delle protezioni delle vie respiratorie è obbligatorio anche all’aperto, per cui gli studenti e i dipendenti dovranno giungere all’ingresso indossando già la mascherina. Chi è in autosorveglianza indossa la FFP2.
Per quanto riguarda infine richieste di attivazione della DaD per casi che non ricadono nelle situazioni precedenti (malattie e indisposizioni diverse dal CoViD), attualmente la norma non lo consente. Peraltro, in presenza di collegamenti già attivati per studenti in quarantena, si può comunque chiedere di collegarsi. In questo caso però si risulterà assenti.
È vietato ogni uso della rete di istituto per scopi diversi dalla DaD.

Il Dirigente scolastico
(Ing. Alessandro Papini)

216 Casi positivi in classe (studenti)

Istituto d'Istruzione Superiore "Giorgio Vasari"

Segreteria

Piazza Caduti di Pian d'Albero, 30 - 50063 Figline e Incisa Valdarno (FI)
Tel.: +39 055 95 20 87
Fax: +39 055 95 36 76
mail: fiis01100b@istruzione.it PEC: fiis01100b@pec.istruzione.it
Codice meccanografico: FIIS01100B
Codice fiscale: 94012140482
Fatturazione elettronica: UFBTFA

Note Legali

ISIS GIORGIO VASARI | Figline e Incisa Valdarno (FI)

© 2018 ISIS GIORGIO VASARI - Template configurato sul tema accessibile EduTheme V.2.0.0

Seguici su: instagramyoutubefacebook